L’attesa vacanza finalmente a Ibiza
Sognavamo di andare in vacanza a Ibiza e finalmente quest’anno abbiamo organizzato il viaggio e siamo partiti noi due e una coppia di amici.
Cercavamo online appartamenti Ibiza e tra le alternative tante soluzioni a A San Antonio, Cala Vedella e Es Canara che pure ci sembravano zone bellissime, ne abbiamo preso uno a Santa Eularia, dove c’erano case bianche e basse più riservate e con una spiaggia vicina davvero spettacolare.
Anche i servizi sono stati perfetti, con pulizie puntuali per cui abbiamo trascorso una vacanza di tutto relax.
Il soggiorno è durato una settimana e abbiamo avuto il tempo non solo di visitare le più belle spiagge, ma anche i luoghi più interessanti dell’isola.
Tra le spiagge che ci hanno colpito per la loro incantevole bellezza e per le acque cristalline c’è Cala Llonga, una spiaggia dalla sabbia soffice e bianchissima e con un mare dai colori cangianti tra il verde e il blu intenso, quando le acque diventavano più profonde. Intorno un’esplosione di vegetazione e la stessa sensazione l’abbiamo avuta il giorno in cui ci siamo trovati a trascorrere alcune ore a Ses Salines, una spiaggia molto mondana. Abbiamo anche avvistato alcuni personaggi famosi che qui hanno scelto di trascorrere le vacanze come noi. Da qui ci siamo recati per un’escursione nella zona naturale protetta omonima, dove abbiamo assistito alla lavorazione del sale e a un habitat molto particolare dove si può entrare anche in bicicletta e osservare diverse specie di uccelli che qui nidificano.
Cala Blanca ci ha fatto sentire come su un’isola tropicale per il colore eccezionale delle sue acque, basse e incredibilmente calde.

I luoghi di interesse a Ibiza
Oltre al mare stupendo di Ibiza abbiamo anche visitato i vari centri e alcuni villaggi di pescatori molto caratteristici.
Ci siamo avventurati su diversi siti archeologi che risalgono addirittura all’età fenicia. Gli stessi siti dell’isola sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Abbiamo anche avuto la fortuna di trovare una guida turistica che parlava un ottimo italiano e quindi le escursioni sono state ancora più gradevoli e interessanti. Abbiamo visitato anche il museo di Eivissa, la città più importante di Ibiza.
Non poteva mancare una visita anche ai villaggi di pescatori, dove il tempo sempre essersi fermato. Tra questi il villaggio di Es Canar con diverse botteghe artigiane dove abbiamo fatto incetta di souvenir e quello di San Juan.